Oltre l’arte

BEYOND ART - FLYER READJUSTED - WEB SITE

Oltre l’arte

26 ottobre – 24 novembre, 2018

Vernissage il 26.10.2018, 07.00p.m.

Cos’è “Beyond Art“? Nuovi media, nuovi concetti, la traspirazione oltre la creatività. Cosa c’è oltre l’arte? Arte che non è solo bella, o speciale, o bella, ma che ha un significato, racconta una storia, significa qualcosa, ti fa riflettere.

Un gruppo di artisti impressionanti porterà la loro interpretazione a questa mostra collettiva. Semplicemente non puoi perderlo.

Dalla Russia, Anna Ladyshenski:

L’arte di Anna Ladyshenski racconta storie di donne forti, leadership, lotte con la propria identità e riflessioni sulla società e il femminismo. Dal 2016, quando la sua prima pittura femminista è stata completata, ha dipinto 30 opere d’arte e ha tenuto diverse mostre in diversi luoghi di Amburgo. La sua prima mostra “Female Warriors” nel marzo 2018 è stata menzionata come suggerimento culturale in TV (NDR) e nella popolare guida agli eventi heuteinhamburg.de. Il suo lavoro va “oltre l’arte” perché è “arte con un significato, una storia, un messaggio. Eppure è un’arte aperta all’interpretazione “.

Dalla Germania, Jason Engelbart:

Nel processo creativo, Jason si sente profondamente connesso con la sua anima, la sua spiritualità … con Dio. Le sue neopaintings sono puramente intuitive e riflettono i suoi sentimenti personali e le ispirazioni universali. In tal modo si muove negli spazi della nostra vita che siamo in grado di percepire, ma che spesso nascondiamo o ignoriamo nella nostra vita quotidiana. Soprattutto nel nostro mondo inquieto ea volte superficialmente apparente, vuole agire come mediatore e ricorda l’amore, la libertà e la gioia che tutti abbiamo come diritto di nascita. Questa è la visione artistica di Jason Engelbart e la sua missione auto-scelta.

Dalla Lituania, Ala Leresteux:

È un’artista internazionale che non ha perso il contatto con le tradizioni e lo spirito molto speciale del suo paese, che influenzano profondamente la sua arte. Ex studente di filosofia a Mosca, questo campo ha cambiato la sua percezione e ha dato la sua gamma infinita di temi per la contemplazione. Dopo aver finito l’università e aver vissuto a Parigi, ha capito che il modo migliore per esprimere le sue idee è Arte. Ha attraversato molte tecniche diverse ma al momento è innamorata dell’inchiostro.

Dalla Germania, Olivier Schlund:

Il mondo umano dell’esperienza e dei suoi abissi è una continua fonte di fascino. Produrre arte è il suo modo di approcciare questo mondo e di darne un senso, non razionalmente ma soprattutto emotivamente. La sfida è tradurre queste informazioni in un quadro più ampio e socio-critico.

Dalla Germania, Nik Wittern:

Essere nella foto, immergersi in uno spazio profondo e colorato è ciò che offrono le opere di grande formato del pittore dell’hamburger Nik Wittern. La sua pittura acrilica quasi monocromatica emerge in un lungo processo di spazzolatura e parziale, attenta redenzione. Il tema è spesso solo un colore con le sue variazioni.

Dalla Germania, Torge Steffens:

Fin dalla sua infanzia e durante i suoi studi, la pittura è sempre stata vicina al suo cuore. Ma negli anni molto intensi come direttore creativo e padre, ha perso questo amore un po ‘lontano dalla vista fino a quando sua figlia lo ha riportato alla pittura.

Per 2 anni, Steffens ha lavorato sui suoi dipinti, creando opere d’arte astratte nel suo studio. Nella sua serie “… ach, Mensch” (… oh, uomo) si tratta dell’essere umano, della sua ottusità e mancanza di volontà nella folla (nelle masse?), Dell’avidità e dei suoi effetti sull’ambiente e sulla natura , che indietreggia (colpisce ancora?) ad un certo punto, così come l’impotenza di un osservatore.

Dagli Stati Uniti, Deborah Kennedy-Green:

Deborah Kennedy, conosciuta anche come DKY, è nata e cresciuta nei Ghetto di Chicago, nell’Illinois. Crescere in una famiglia biracial, in un quartiere tutto nero non è stato facile. Ha iniziato a studiare arte e musica a Los Angeles dopo aver lasciato Chicago all’età di diciotto anni. È anche un’incredibile Jazz Singer, Writer e l’autrice del romanzo di 4,5 stelle: Two Kinds of Color che viene considerato per un film. È basato su fatti e finzioni su come è cresciuta. Deborah ora vive a New York.

http://tagesjournal.de/hsv-bleibt-sich-treu-buergerschaft-ueberfordert-abgeordnete-stadt-renoviert-plaetze-tina-turner-war-da/



Per migliorare la tua esperienza di navigazione il nostro sito internet è configurato in modo da consentire i cookie. Continuando la navigazione, acconsenti all'uso degli stessi Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi