R.U.A I Re Use Art

2019-RUA

Scarti, oggetti, ecologia d’arte contemporanea.

InArte Werkkunst Gallery

dal 28 settembre al 25 ottobre

Viene stimato che negli Stati Uniti solo un terzo del quantitativo complessivo delle bottiglie di

plastica prodotte viene correttamente avviato al riciclo.

La percezione diffusa è che una volta terminato il loro compito diventano oggetti privi di valore.

Partendo da questo presupposto, obiettivo di Inarte Werkkunst Gallery è promuovere i temi dello sviluppo

sostenibile, favorendo una maggiore consapevolezza e stimolando l’impegno da parte degli artisti in

questa direzione, attraverso l’utilizzo del mezzo artistico, quale potenziale strumento di diffusione e

divulgazione di tematiche legate alle grandi sfide globali. Attraverso la ricerca del materiale di

riutilizzo, l’oggetto degradato prende così un altro volto, rivive attraverso un’opera d’arte.

Si può creare un’opera d’arte da qualsiasi oggetto o materiale buttato, l’importante è dare nuova vita

a questi oggetti, in una sorta di ready-made-duchampiano. L’arte diviene un mezzo per

sensibilizzare il riciclo.

Diversi linguaggi artistici indagheranno il rapporto uomo-natura-oggetto in

una mostra dal 28 settembre al 25 ottobre presso InArte Werkkunst Gallery.

L’evento è patrocinato da Lega Ambiente Bergamo e con la speciale presenza dell’artista austriaco

Alper Dostal, autore del progetto d’arte digitale Hot Art Exhibition, in cui i lavori mostrano gli

ipotetici effetti del cambiamento climatico sulle pietre miliari dell’arte moderna.

 

 



Per migliorare la tua esperienza di navigazione il nostro sito internet è configurato in modo da consentire i cookie. Continuando la navigazione, acconsenti all'uso degli stessi Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi