Mario Puccio e Rossana de Francesco

WebSito

Compagni di vita, condividono la passione dell’arte insieme, intraprendendo percorsi artistici differenti ma pur sempre uniti.

Mario Puccio nasce a Catanzaro il 7 Marzo 1928. Compie gli studi a Salerno e a Napoli, dove si laurea in Ingegneria nel 1962. Per la Società Trentina di Elettricità, lavora a Milano e a Bolzano, nel campo della progettazione e della costruzione di impianti idroelettrici; successivamente, in ambito ENEL, lavora nel campo della ricerca sui materiali da costruzione a Milano e a Brindisi. Fa parte di commissioni internazionali operanti nel settore dello smaltimento e della riutilizzazione di sottoprodotti derivanti dalla combustione del carbone nelle centrali elettriche.

La sua attività artistica parte dagli anni ‘50 e non si interrompe neanche durante la sua intensa carriera lavorativa, traendo anzi spunto dai frequenti viaggi all’estero. L’origine e gli anni trascorsi al Sud hanno fortemente influito sulla formazione della sua tavolozza che, dopo un primo periodo di pittura monocromatica, di notevole contenuto plastico, si è arricchita di interessanti accostamenti di colore.

Dal 1993 si dedica, a tempo pieno, all’attività artistica, nello studio di Cernusco sul Naviglio, che condivide con Rossana de Francesco, sua moglie dal 1958.

La partecipazione ad eventi artistici pubblici inizia negli anni ‘50, a Salerno, nell’ambito di collettive ospitate dall’Ente Provinciale per il Turismo dl Salerno; prosegue a Milano, negli anni ‘60 e ‘70 con la partecipazione a concorsi organizzati annualmente dall’ENEL.

Rossana de Francesco nasce a Roma il 15 Giugno 1931. Compie gli studi a Roma, Milano ed altre città del nord, tra cui Cernusco sul Naviglio a causa dei trasferimenti del padre, ufficiale di carriera. Nel 1945 è a Salerno, dove prende la maturità classica e ha esperienze di lavoro come segretaria presso un’agenzia libraria. Nel 1948 conosce Mario Puccio, che sposa nel 1958. Dal 1993 vive ed opera a Cernusco sul Naviglio.

Fin da piccola manifesta tendenze artistiche. Negli anni ‘50 si diploma ceramista presso l’Istituto d’Arte di Salerno. Partecipa a collettive di pittura e ceramica organizzate dall’Ente Provinciale per il turismo di Salerno, con lusinghieri giudizi per le sue doti di resa plastica.

La cura della famiglia, di cui è anima e sostegno, non ostacola il suo bisogno di esprimersi attraverso l’arte: esegue molti ritratti dei due figli a varie età.

Ma la sua vera dote è la fantasia, che la spinge ad effettuare figure e ritratti inventati, che evidenziano le sue doti plastiche, espresse anche attraverso la ceramica e le figure nate da sassi concrezionati, trovati su una spiaggia di Brindisi.

Quasi sempre presente, nelle opere di fantasia, un contenuto drammatico, manifestazione di travaglio interno.

Mostre personali in coppia:

– nel 1978, a Milano presso la galleria di via Tadino;

– nel 2004 e nel 2007, a Nocera Inferiore (SA), in eventi organizzati nel castello del Parco Fienga;

– nel 2005, a Viareggio;

– nel 2011, a Roma, presso la galleria Canova a piazza del Popolo;

– nel 2012, a Salerno, in un evento tematico sul cane;

Entrambi sono entrati a far parte della scuderia di InArte, dopo aver partecipato al circuito di mostre internazionali NOWART. Durante l’inverno del 2017 parteciperanno alla collettiva “Feast of Color” a Berlino, e il 2018 si aprirà con una loro mostra personale nella sede di Bergamo.